Alessandro Chiello: “Damua e altri racconti ossolani” (Edizioni La Pagina, Villadossola)

di Giuseppe Possa

chiello foto

DOMODOSSOLA – “Damua e altri racconti ossolani” contiene diciassette scorrevoli storie noir dell’indiscusso maestro del romanzo giallo in Ossola e non solo. Alessandro Chiello, però, qui, lasciando la narrazione poliziesca, scrive con altrettanta abilità nella lunghezza del racconto, che dev’essere rapido, intenso, breve. L’autore, in questo libro (edito da La Pagina di Villadossola – disegni di Adriano Sarazzi), si muove tra i meandri della psiche umana e coglie le vicende di alcuni protagonisti che vivono tra amore (manifesto, negato, impossibile, sognato, folle) e morte, nelle varie declinazioni (in modo naturale, per incidente, per assassinio, per suicidio, per malattia). Oppure, come in un caso (“Il balcone”), eros e thanatos, sono lì, l’uno inutilmente rievocato, l’altra quasi invocata, da un vecchio che si accascia stanco sulla poltrona e aspira solo a un riposo senza fine. Continua a leggere

Mostra fotografica: “Con il ritratto ti rubo l’anima” di Michele Frasca

Tag

,

Sarà inaugurata giovedì 17 giugno, alle ore 18, nello spazio arte del Centro Culturale “La Fabbrica” di Villadossola (corso Italia 16), la mostra fotografica di Michele Frasca, “Col ritratto ti rubo l’anima”. Saranno esposti, fino al 20 giugno, i 51 ritratti stampati su tela, raccolti nell’omonimo catalogo (pubblicato da “Mascotte” di Domodossola) e realizzati, tra nord e sud, dal dirigente scolastico, ora in pensione, che vive a Colloro di Premosello. Nato a Lacedonia (AV) nel 1947 e naturalizzato ossolano, l’autore afferma: <<Per me fotografare è sentirmi vivo, così abbatto i distanziamenti sociali con la vicinanza umana>>.

188793102_10220716766128655_4601537101357080475_n

Continua a leggere

Il Comune di Villadossola, per l’ottantesimo compleanno, celebra il suo pittore Ugo Pavesi

Tag

,

VILLADOSSOLA – Il Comune di Villadossola, dal 24 giugno al 4 luglio, nello Spazio Arte del Centro Culturale La Fabbrica di Villadossola, celebrerà gli ottant’anni di Ugo Pavesi, allestendo una mostra dedicata al suo illustre cittadino. Inaugurazione giovedì 24 giugno ore 20,30 (Orari: dal lunedì al venerdì 16.00 – 19.30;  Sabato e domenica 16.00 – 19.30; 20.30 – 22.00)

pavesi loc

di Giuseppe Possa Continua a leggere

Pier Franco Midali: Ossola di vino Ossola divina

Tag

,

ossola-di-vino-ossola-divina-3

 

E’ un libro che racconta la storia della vite e del vino in Ossola, scritto da 2 viticoltori ossolani Midali appunto e Bruno Pavesi, nel volume sono riportati anche i nomi dei luoghi in cui un tempo fu piantata la vite. Il libro si avvale della prefazione di Felino Sarazzi e in copertina del dipinto, “Il frutto della vite e del lavoro dell’uomo”, di Ugo Pavesi Continua a leggere

Nando Scarmozzino: Un libro di poesie dedicato all’Ossola, “Il cuore che non persi”.

Tag

, ,

191260091_10226832387694590_2754640931227926945_nNando Scarmozzino, poeta, scrittore e giornalista, nato ad Acquaro (VV) nel 1951, ove tuttora vive e opera, è autore di una silloge poetica, “Il cuore che non persi”, dedicata alla Val d’Ossola,  e alla radicata “ossolanità” delle sue genti (con prefazione del professor Silvano Ragozza). La raccolta è in attesa di pubblicazione da parte di un Editore locale o un Ente pubblico o privato che l’accolga come poema destinato a una terra, dove l’autore da giovane ha trascorso alcuni anni come insegnante di italiano, latino e greco al “Rosmini” di Domodossola (e in cui oggi, libero da impegni professionali, aspira di tornare a vivere). Continua a leggere

Gian Paolo Piffero: “Un rimorso e altre emozioni”

Tag

,

Foto Piffero e libro

VILLADOSSOLA – Gian Paolo Piffero – a quattro anni dalla pubblicazione del libro “Storie di uomini”, in cui raccontava ricordi di gioventù e il confronto tra la vita del secolo scorso con quella di oggi, rievocando la memoria dei propri avi e l’affetto che lo lega alla sua Ossola – ha dato alle stampe “Un rimorso e altre emozioni”. Si tratta di un romanzo breve di 100 pagine, con una prosa semplice, ma scorrevole, che ben si inserisce in un tessuto storico locale, con qualche battuta colloquiale in dialetto, disseminata qua e là, a dare radici alla narrazione. <<Scrivere questo libro>> precisa l’autore, <<mi è costato fatica, a causa della mia poca frequenza con la letteratura. Quindi, temendo il giudizio del lettore, volevo quasi cestinarlo, poi con la revisione della dott.ssa Barbara Barbetta ho deciso di editarlo in proprio da Press Grafica di Gravellona, anche perché nel portarlo avanti mi sono sentito vicino a persone non più in vita, conosciute da giovane>>. Il racconto è la sintesi di una vicenda ascoltata in più occasioni da Piffero nel paese di Calasca, dove è cresciuto da ragazzo, prima di trasferirsi a Villadossola per lavoro, città in cui risiede da quando si è sposato. Continua a leggere

Michela Mosoni: La Cappella dei Giovi

Tag

, ,

DOMODOSSOLA – “La cappella dei Giovi” è il titolo del primo libro di Michela Mosoni, quarantenne domese, laureata in giurisprudenza, che insegna alle scuole superiori. Il suo è un romanzo di 120 pagine, ambientato in Val Bognanco, sul versante posto alla destra del Bogna, quello meno conosciuto e frequentato, con alpeggi e boschi, attraversati da un dedalo di sentieri. La protagonista, Carla, che possiede una baita a Pioi, in cui trascorre l’estate, durante un’escursione nei dintorni, assiste a una scena spaventosa, accanto al rudere della cappella dei Giovi, poco sopra l’alpe Manzano. Curiosa di scoprire l’entità di un fenomeno a cui ha assistito, comincia a documentarsi, con l’aiuto di un ricercatore universitario, sugli antichi e arcani culti pagani della valle. Le si sveleranno – indagando sull’esistenza di una misteriosa strega e sull’inspiegabile scomparsa di un fotografo svizzero – le vicende che hanno segnato la storia di quel luogo. Continua a leggere

Lo spazio Arte Mattioli apre fino a fine estate

Tag

CRODO – Riaprirà a fine maggio, anche quest’anno, lo spazio arte Mattioli, inaugurato 15 anni fa, nella frazione Campieno di Crodo, sopra l’abitato di Cravegna. L’insolito e appassionato “gallerista”, Roberto Mattioli, oggi in pensione, era un artigiano, con Bottega Storica a Milano, che già da decenni trascorreva le vacanze lassù, quando decise di acquistare una casa e poi, è lui stesso a raccontarlo: <<Anni dopo comprai pure una vecchia stalla con fienile, lì accanto, in previsione di ritirarmi dall’attività di corniciaio. Col tempo la ristrutturai come “rifugio” di tutto ciò che avevamo raccolto, in opere d’arte e collezioni varie, mio padre prima e io in 56 anni di lavoro, per esporlo in visione anche agli altri. Una scelta, o meglio un sogno, che i miei amici definirono “folle”, ma che a me dà grande soddisfazione>>. Continua a leggere

Ricordo ossolano di due artisti: Cecchinato e Canonico

Tag

,

Ubellino Cecchinato (1925-2016)

DOMODOSSOLA – Negli anni Settanta, anche in Ossola, si sentì l’esigenza di un nuovo impegno culturale, soprattutto da parte dei giovani, che guardavano oltre la nostra tradizione. Nel 1975, per esempio, fu allestita un’importante mostra itinerante sul “Dadaismo” a Domodossola, per iniziativa dell’assessorato alla cultura della Provincia di Novara, col patrocinio di quello regionale del Piemonte e a cura di Alessandro Pica, Vittorio Tonon e Giorgio Provini. Continua a leggere

Associazione Arte in Atelier Vigezzo

Tag

CRAVEGGIA – L’Associazione Arte in Atelier Vigezzo, con sede nel Palazzo Guglielmi di Craveggia, che lo scorso autunno aveva dato il via a due nuovi corsi di disegno e pittura, è stata costretta a sospenderli, dopo un paio di lezioni, a causa della pandemia. Spiega il presidente Carmine Gabriele di Toceno: <<È stato un grave danno per l’Associazione, attiva da anni, sospendere questi corsi per bambini, ragazzi e adulti, a causa del lockdown, erano stati programmati con grandi difficoltà e sacrifici, sotto la guida attenta ed esperta dei pittori Marino Bonzani, Sylvia Matera, Martine Julien e Federica Ramoni. Speriamo soltanto che i nostri sforzi non vadano dispersi, perché gli apprezzamenti ricevuti in precedenza dalle famiglie erano confortanti, e questo ci incentiva a riprendere quanto prima>>. Continua a leggere