Sandro Trocchi: “Vivere” (Poesie)

Tag

, ,

È il quarto libro del poeta ossolano (pubblicato da PrintGrafica Pistone, Domodossola). Nato a L’Aquila nel 1944, dagli anni Settanta Trocchi risiede a Domodossola. Ha partecipato a vari concorsi letterari ottenendo premi e riconoscimenti. Sue liriche sono apparse su antologie e riviste. “Vivere” si avvale della prefazione di Giuseppe Possa pubblicata qui di seguito.
Continua a leggere

Pubblicità

“Il violinista”: il primo film interamente realizzato nel Verbano Cusio e Ossola.

Tag

, , , , ,

Liberamente tratto dal racconto “Il violinista di piazza Mercato” di Alessandro Chiello. Regia di Mirko Zullo. Tra gli attori: Edoardo Romano, Fabrizio Rizzolo, Davide Mengacci, Sabrina Borsotti. Prodotto per Chapeau Films Italy.

Continua a leggere

SERENA ZURLO: espone allo Studio Quadra di Domodossola

Tag

, ,

Questa piccola, ma singolare galleria, da tempo si sta imponendo nel panorama
artistico ossolano, diretta con competenza e passione da Melissa Valentino.

Fino a fine Novembre allo “Spazio Gallery – Studio Quadra” di Domodossola (via Marconi 26) sono esposte alcune tecniche miste, di Serena Zurlo, create con realismo trasfigurato e visionario. Continua a leggere

E’ morto a 96 anni Franco Sgrena: la sua vita nella biografia “Novant’anni da ribelle”

Tag

, , , ,

E’ morto nella notte a 96 anni Franco Sgrena, uno degli ultimi protagonisti della Resistenza (il suo nome di battaglia era “Ranca”).

MASERA – Conoscevo Franco Sgrena dagli anni Ottanta, da quando m’incontravo con suo figlio Ivan (pittore talentuoso, perito tragicamente durante una scalata; nel 2018 gli è stata dedicata una retrospettiva all’Acli di Villadossola:
https://pqlascintilla.wordpress.com/2018/07/31/ricordo-di-ivan-sgrena-pittore).
Sapevo del suo impegno politico in quegli anni, ma ben poco del suo passato che asgrena rapppresi, a grandi linee, quando lessi il libro di Benito Mazzi “La ragazza che aveva paura del temporale” (L’avventurosa e quasi leggendaria storia di Antonietta, moglie, appunto, di Franco detto “Ranca” contrabbandiere e partigiano in Val d’Ossola dell’ottava Matteotti:
http://pqlascintilla.ilcannocchiale.it/2012/01/25/benito_mazzi_la_ragazza_che_av.html).
Nel 2018, però, sono venuto a conoscenza di tutta la sua storia dal libro autobiografico “Novant’anni da ribelle”, in cui la figlia Giuliana ha raccolto le registrazioni dei racconti del padre e curato la pubblicazione, “controllando – come scrive nell’introduzione – trascrizioni, dati e fatti in modo che questo possa essere un piccolo ma reale contributo a chi vuole conoscere la storia della repubblica dell’Ossola e non solo. Fatti che non risultano nei testi storici ma che riportano una realtà in cui la quotidianità, anche della guerra, nasconde risvolti sconosciuti e comportamenti inaspettati”. Continua a leggere

Maria Carla Pasquali e Rosanna Carboni: dipinti su stoffa, a olio e acquerelli

Tag

sabato 12 novembre 2022, al LaborArt di Piedimulera si è inaugurata la mostra di Maria Carla Pasquali e di Rosanna Carboni, a cura della professoressa Anna Mansi. L’esposizione sarà visitabile fino al 20 novembre (in chiusura, alle ore 16, suonerà il Gruppo musicale “Nuova Compagnia Selvatica”, con Maria Grazia Carboni, Michele Guenzani, Maurizio Mora, Federica Piana “Pigi”, Anna Santoro “Nina”).

Continua a leggere

Rocco Cento: Il corvo (Romanzo)

Tag

, , ,

Il nuovo libro dello scrittore ossolano. Recensione in parte pubblicata anche su Eco Risveglio del VCO.

DOMODOSSOLA – “Il corvo” è il titolo del nuovo libro di Rocco Cento, pensionato, intellettuale atipico, da giovane è stato anche Assessore al Comune di Domodossola, città dove è nato e vive. L’autore narra la storia di un corvo che incontra non poche difficoltà a volare. Soffre di vertigini e di mancamenti. In uno dei suoi voli, assalito da un capogiro, tenta di salvarsi posandosi su alcuni parapendii che volano sotto di lui. Le planate su questi non sono fortunose e a uno a uno i parapendii precipitano. Uno solo dei “parapendisti”, sebbene parecchio malconcio, riesce a salvarsi, mentre l’uccello rimane illeso. Il ferito, dopo le cure opportune, decide di vendicarsi e si vota alla caccia del corvo.

Continua a leggere

Rita Vecchi: “Tessere, luoghi e frammenti”

Il libro di poesie è pubblicato da Bertoni Editore
con la prefazione di Sergio Tardetti

Rita Vecchi che vive nell’ambiente “umano” della Valle Vigezzo nel VCO e che ricorda con nostalgia le risaie della sua infanzia – con il tessuto intimistico-esistenziale delle proprie poesie tratteggia “Tessere, luoghi e frammenti”, “tra le ombre di valli/ e di pianure scardinate”. I suoi versi sono come attraversati da una luce che non può eludere i fatti quotidiani – coi suoi “passi amari e inutili”, “i tentavi sterili per giungere a una casa/ quieta di riposi” – quindi, come tutti noi, li subisce. Tuttavia, l’animo di Rita sprigiona un’enorme ansia di speranza, “la gioia del Sole”, “il desiderio di lasciare un segno” del suo passaggio e spesso riesce a sconfiggere la chiusa barriera in cui si sente costretta, come la Luna, “prigioniera d’un cielo che conosce la mia pena”. Continua a leggere

Artemisia 2022 al LaborArt di Piedimulera (VB)

In via Leponti 29, inaugurazione della mostra al Femminile, domenica 4 settembre alle ore 16, a cura della professoressa Federica Mingozzi e di Giuseppe Possa. Sarà presente, per il saluto di apertura dell’evento che prevede anche una serie di manifestazioni nelle settimane a seguire, il Sindaco di Piedimulera e Presidente della Provincia del VCO, Alessandro Lana. L’esposizione con 21 artiste sarà visitabile fino al 23 ottobre, da giovedì a domenica, nel seguente orario: 16-19 (per info: 3493991962 – 3291033527).

Continua a leggere

Gianni Longo: “Sedendomi sulla mia piccola collina” (Pagasus Edition)

Tag

, ,

Come un “breviario”, questo libro di Gianni Longo, “Sedendomi sulla mia piccola collina” (Pegasus Edition) una raccolta di testi dalle molteplici trattazioni, è godibilissimo per la vivacità e acutezza dei contenuti: le sue succinte e diversificate considerazioni e argomentazioni culturali, che si fanno nutrimento per la mente, vanno lette e meditate a fondo per le molte riflessioni intellettuali, filosofiche e di vita. L’autore, profondo nella critica, caldo nel linguaggio immediato, spesso autobiografico, appunta e centrifuga nel suo crogiolo attento di scrittore impegnato, con lucida visione del mondo e un equilibrato senso universale, ogni contesto del vivere, così da capire chi siamo e, quindi, cogliere le opportunità per meglio scegliere le nostre strade (“Se vuoi arrivare primo, corri da solo. Se vuoi arrivare lontano, cammina insieme agli altri”). Continua a leggere